Riccardo e Alessio

Associazione Onlus

Obiettivi da raggiungere

AIUTIAMO LA PICCOLA GIOVANNA E I BAMBINI DELLA MISSIONE MIRIK (INDIA).

Giovanna è una bambina di 5 anni residente a Staggia Senese(SI), affetta da gravi patologie che dovrà subire a breve un nuovo intervento chirurgico. Una cardiopatia gravissima riscontrata a qualche giorno dalla nascita, la tetralogia di Fallot con ipoplasia polmonare destra. Ad un anno di età Giovanna non parlava e non camminava, le veniva evidenziata con una risonanza magnetica un’ ipossia ischemica. Non bastava la cardiopatia, ora Giovanna soffre di ritardo mentale, linguistico, iperattività, crisi epilettiche notturne. Continuiamo inoltre a mantenere l’impegno di aiutare i bambini della Missione Mirik, garantendo loro istruzione, cure mediche, vaccinazioni e medicinali, non solo…………..pensando ad un progetto di sport, di comune accordo con i padri salesiani sarà realizzato un “Campo di Calcio” intitolato a Riccardo e Alessio costruito in modo da resistere non solo ai mesi delle grandi piogge, ma che duri nel tempo.

INSIEME PER LETIZIA E I BAMBINI DELLA MISSIONE MIRIK (INDIA)

Letizia è una bambina di cinque anni abita a Poggibonsi (SI) ed è affetta da Encefalopatia Distonico Epilettica conTetraparesi Spastica, non può camminare non può parlare.
Già in cura e ben assistita dai medici dell’ ospedale Mayer d Firenze, la mamma della piccola Letizia vorrebbe intraprendere un percorso di terapie riabilitative contando sull’apporto di altri specialisti per cercare di migliorarle le condizioni di vita; trovandosi sola a lottare, ci chiede di aiutarla nel suo cammino.
Un’altra richiesta di aiuto che siamo felici di accogliere proviene dall’INDIA: abbiamo adottato la MISSIONE MIRIK.
Ai 95 bambini e ragazzi della Missione, dall’asilo alle superiori, ci siamo impegnati a garantire l’istruzione fornendo materiale didattico e finanziando l’ insegnamento; per i bambini che non hanno famiglia assicureremo vitto e alloggi presso la Missione.
Riforniremo l’infermeria di medicinali, vaccini, vitamine e quanto altro possa occorrere, mentre provvederemo a mantenere il personale di sostegno per i bambini portatori di handicap che sono ospitati nell’ospedale di Krishnagair.

NUOVO OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE
Ciao sono Matteo Ferrari,
abito a Torino ho cinque anni e sono nato con una grave paresi cerebrale infantile che mi impedisce di fare da solo tutte quelle funzioni che ogni bambino sano fa normalmente. A breve andrò in un ospedale nella Repubblica Slovacca dove mettono in atto il Medodo Adeli, facendo dei trattamenti riabilitativi su bambini affetti da disturbi del movimento.
Io desidero andare perchè voglio imparare a fare qualcosa da solo come mangiare, bere, dire sì o no.
L’Associazione RICCARDO NERI & ALESSIO FERRAMOSCA ha deciso di aiutarmi nel mio lungo cammino verso un futuro migliore.
Partecipando alle iniziative dell’associazione, diventando socio, acquistando gadget,potrete aiutarmi a raggiungere questo importante traguardo.

“AIUTIAMO ELIA”
L’Associazione in aiuto ad Elia Luchetti un bellissimo bambino di quindici mesi cerebro-leso dalla nascita a causa di un trauma durante il parto. Elia ha difficoltà respiratorie, un notevole ritardo sullo sviluppo ed assenza di deglutizione.
MA C’E’ UNA SPERANZA! Elia inizierà le terapie in un centro specializzato negli U.S.A, il ” Teraphies4Kids & Ocean Iperbaryc Neurologic Center ” di Miami, dove per solo quattro/cinque mesi di ossigenoterapia accompagnata da un intenso programma di riabilitazione fisica – periodo minimo per sperare nei primi risultati positivi – occorrono 100.000 euro.
E’ molto importante il vostro sostegno perchè tutto questo non resti solo una speranza.
www.aiutiamoelia.altervista.org

“UNA SPERANZA PER GIULIA”
L’Associazione ha individuato come secondo obiettivo la piccola Giulia,una bellissima bambina di 4 anni che non parla,non cammina,non può stare seduta.Giulia ha bisogno di aiuto per curarsi in America, l’ossigenoterapia e la fisioterapia intensiva rappresentano per Giulia l’unica speranza;per una vita migliore.
Guardate il suo sorriso su: www.unasperanzapergiulia.it

“AIUTIAMO RICCARDO PIO D’AVANZO”
E’ un bimbo di 3 anni e 7 mesi che a causa del trauma che ha avuto durante la nascita è cerebroleso, non parla, non cammina, non regge la testa e si alimenta tramite gastrostomia (sondino gastrico).
Riccardo Pio è un bambino fantastico affetto da una malattia rara, la sindrome di West, ed ha bisogno di cure, in particolare di una terapia, ossigeno terapia, che dovrebbe fare per un periodo di almeno 3 anni, negli U.S.A.
Purtroppo per fare questo servono soldi, circa 300.000 euro l’anno, e quindi vi chiediamo di aiutarci a far vivere a Riccardo il suo sogno.